GO UP

Weekend nel Pollino

separator
Prezzo a partire da: € 180 11 - 12 Maggio 2024
Scroll down

Weekend nel Pollino

Prezzo a partire da: € 180 per persona
Il nostro itinerario ti porterà a conoscere un luogo incantevole insieme alla cultura e tradizioni del luogo, con la possibilità di gustare la tradizione enogastronomica del luogo

PLUS DI SOGNARE INSIEME VIAGGI

- Arriva tra le vette più alte della Calabria
- Scopri la storia archeo Bizantina del Parco
- Cena con prodotti tipici
- Trekking nel Parco Nazionale del Pollino

 

INFORMAZIONI GENERALI

QUANDO?

Da Marzo a Ottobre. Date su richiesta

________________________________________________________________________________________________________

COME?

Weekend di gruppo con guida escursionistica.

Per questo weekend sono previsti minimo 7 e massimo 15 partecipanti

________________________________________________________________________________________________________

DOVE DORMIAMO?

Strutture (hotel – B&B – agriturismi – case vacanze)  che verranno indicati al momento della prenotazione

________________________________________________________________________________________________________

PASTI INCLUSI

1 prima colazione, Cena tipica del 1°giorno, Pranzo a sacco del 2°giorno

________________________________________________________________________________________________________

COME SI RAGGIUNGE

In auto
Si possono raggiungere direttamente diverse località del Parco oppure arrivare in prossimità, partendo sia dal versante tirrenico che da quello jonico: da occidente, si giunge tramite l’Autostrada del Mediterraneo (A2) Salerno-Reggio Calabria (E45) che corre lungo il versante tirrenico ma che si spinge più all’interno nei territori del Pollino, con uscite a Lauria, Laino Borgo, Campotenese, Frascineto, Castrovillari; da est si può utilizzare la strada statale SS106 Taranto-Reggio Calabria (E90), che percorre la costa Jonica, e che si raccorda a molte strade statali e provinciali di accesso al Parco, come la SS 653 della valle del Sinni, all’altezza di Rotondella (MT), e la SS 534 che collega Sibari (CS) a Castrovillari (CS).

In Treno

Con il treno è possibile raggiungere importanti nodi ferroviari collegati tramite servizi di autolinee locali al Parco sia sul versante tirrenico che su quello Jonico di Campania, Basilicata e Calabria: Sapri, in Campania; Scalea, Paola, Roggiano Scalo – San Marco Argentano, Trebisacce e Sibari, in Calabria; Policoro e Maratea in Basilicata.

________________________________________________________________________________________________________

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Abbigliamento a strati adatto alla stagione, scarponcini da trekking, cappello, giacca a vento antipioggia o mantellina, borraccia di 1lt., zaino, occhiali da sole e crema solare protettiva (facoltativa), pantaloni lunghi per le escursioni

  • Destinazione
  • Incluso
    Guida escursionistica
    Sistemazione in agriturismo/hotel
    Pasti come da programma
    Degustazione prodotti tipici
    Partecipazione alle esperienze come da programma
    Visite ed escursioni con guida parlante italiano
  • Non incluso
    Trasporto in bus
    Pasti e bevande dove non indicato
    Extra di carattere personale
    Tutto ciò non espressamente indicato ne “La quota comprende”
1
1°GIORNO: ArcheoTrekking Artemisia Casalini di Porta Serra

Incontro alle ore 14.00 presso il Santuario della Madonna del Pettoruto, per inizio del trekking storico-naturalistico che chi condurrà all'antico insediamento di "Artemisia" offrendoci una stupenda visione su timpe e dirupi dell'Angioletto, raggiungendo la parte della fortificazione. Dall’alto si gode di uno splendido panorama sulla selvaggia Gola del fiume Rosa, considerata tra le zone più belle è selvagge del Pollino. L’area archeologica nel cuore del verde del Pollino permette di ammirare i resti dei longobardo - bizantini, e presenta tracce di frequentazione risalenti al Neolitico medio e recente. Spostamento verso la struttura, cena e pernottamento

 
  • Lunghezza: 5 km circa
  • Dislivello: 320 m
  • Difficoltà: escursionistica
2
2°GIORNO: Trekking su Cozzo del Pellegrino

Colazione in struttura, spostamento verso Piano di Lanzo, punto di partenza del trekking.

Cozzo del Pellegrino con i suoi 1987 metri è la vetta più alta versante meridionale del Parco nazionale del Pollino, di natura rocciosa dolomitica. Dalla cima del Pellegrino lo scenario è superbo, i panorami che Si godono sono unici e mozzafiato in tutte le direzioni: lo sguardo che da ovest abbraccia il Mar Tirreno, che offre nelle giornate più nitide la visuale della costa campana a nord per poi scrutare l’orizzonte alla ricerca delle Isole Eolie e del Pennacchio dell’Etna, ad est con il Mar Ionio e la piana di Sibari, con uno sguardo alla catena montuosa del Pollino e dell’altopiano Silano, in uno dei contesti più belli e selvaggio d’Italia.

  • Lunghezza: 12 km
  • Dislivello: 620m
  • Difficoltà: escursionistica

Curiosità e tradizioni

Parco Nazionale del Pollino
Un palcoscenico unico dove la meravigliosa scenografia della natura ammalia lo spettatore tra paesaggi mozzafiato e vette maestose. Qui dominano i sacri Patriarchi, memoria tenace e silenziosa di una storia millenaria. Il Parco Nazionale del Pollino, con i suoi 192.565 ettari di estensione, è la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. A cavallo tra Calabria e Basilicata, il territorio del Parco - che comprende 56 Comuni - è caratterizzato da diversi massicci montuosi che vanno a comporre la catena dell’Appennino meridionale: il Massiccio del Pollino, i monti dell’Orsomarso e  il monte Alpi. Qui, tra vette altissime, la Natura e l’Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema: il Pino Loricato. Nel 2015 il Parco è entrato a far parte della Rete europea e globale dei Geoparchi sotto l’egida dell’UNESCO che, rispettivamente nel 2017 e nel 2021, ha inserito la Faggeta Vetusta di Cozzo Ferriero e la Faggeta Vetusta del Pollinello nel Sito transnazionale delle “Antiche Faggete Primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa”, proclamandole Patrimonio Mondiale.

Sei interessato ad altri tour? Clicca qui

11 - 12 Maggio 2024